Come proteggere l’auto in inverno (parte 2)

21 dic 2015

shutterstock_234826594

Nella prima parte di questo articolo abbiamo iniziato a parlare di quali accorgimenti adottare per proteggere l’auto in inverno, dalle temperature più fredde, neve e ghiaccio. Ecco altri 3 consigli che torneranno molto utili a tutti gli automobilisti e ricorda che per qualsiasi dubbio e perplessità puoi rivolgerti a Italservice.

      1. Cambiare l’olio del motore.

        Sapevi che le temperature in caduta libera fanno diventare l’olio del motore più denso? Quando questo accade si può verificare un surriscaldamento del motore perché l’olio scorre più lentamente da una parte all’altra del motore, non garantendo una perfetta lubrificazione.
        È quindi opportuno scegliere un olio più liquido per garantire una buona lubrificazione del motore.
        Ricorda che l’olio andrebbe sostituito ogni 5000 km o almeno una volta ogni 3 mesi!

      2. Sostituire il liquido refrigerante con dell’antigelo.

        Prima dell’arrivo delle basse temperature è importante che il motore contenga il giusto rapporto di antigelo/acqua, altrimenti il liquido refrigerante si ghiaccerà causando un surriscaldamento del motore e una potenziale esplosione delle guarnizioni!
        Come dosare acqua e antigelo?  50% di antigelo e 50% di acqua è il giusto mix per la maggior parte delle auto, ma in alcuni casi è opportuno aumentare l’antigelo fino al 60%. Per fare velocemente puoi acquistare delle  soluzioni già preparate.

      3. Controllare la batteria

        Il freddo costringe la batteria ad allungare i tempi di ricarica e allo stesso tempo chiede al motore più energia per avviarsi, è fondamentale quindi che sia in buone condizioni. Se non lo è, non sarà in grado di gestire il carico di lavoro invernale e il motore non si accenderà. Ricorda che una batteria di solito dura dai 3 ai 5 anni!
        Verifica anche i livelli del liquido, puoi farlo svitando i tappi che si trovano sulla parte superiore della batteria. Se il livello è basso, aggiungi dell’acqua distillata.

      4. Controllare il riscaldamento e le unità per sbrinare il lunotto e il parabrezza.

        L’unità di sbrinamento elimina la condensa dal parabrezza soffiando dell’aria calda e secca sul vetro; se è malfunzionante, il parabrezza si appanna e impedisce la visione della strada.
        Se ti accorgi che il parabrezza si appanna troppo facilmente potrebbero esserci delle perdite a livello dei finestrini e delle portiere che consentono all’umidità di entrare nell’abitacolo.
        Se il riscaldamento non funziona, corri subito ai ripari! Non si tratta solo del comfort di guida, ma anche di sicurezza: se hai troppo freddo i tuoi tempi di reazione e la capacità di sterzare ne saranno compromessi.

Credits: Come preparare l’automobile per l’inverno.